Mostra 16 risultato(i)

Focalizzazione – Responsabilità

RESPONSABILITA’ di Yuliana Arbelaez: Psicologia Olistica, corsi di Crescita Personale.

Assumere la responsabilità della propria vita e la chiave primordiale della libertà
Ed é anche uno dei lavori più complessi della crescita personale.
Il principio di responsabilità nella psicologia olistica trova la sua spiegazione  in un principio scientifico  “la legge della risonanza” che ci dice che tutto nell’ universo riceve e trasmette energia, un essere umano, una stella, un atomo, un minerale, emette e riceve energia, ma ognuno potrà accogliere solo la energia che è  in grado di trasmettere, possiamo immaginarci  come  delle antenne ricetrasmittenti, e costantemente riceviamo lo stesso tipo di frequenza che stiamo emettendo.
La Psicologia Olistica ci dice che tutto nel universo é vibrazione e noi trasmettiamo in continuazione onde vibratorie attraverso le emozioni e i pensieri, onde che hanno precise frequenze e che attraggono e canalizzano sempre onde con la stessa frequenza, la materializzazione di queste onde sono eventi, persone, situazioni che rappresentano la nostra propria emissione energetica. Questo ci porta diritto a comprendere che nella nostra vita non ci possa essere nulla che non ci corrisponda, sia che ne abbiamo memoria o meno, qualsiasi cosa che succede nella nostra vita è semplicemente un ritorno di qualcosa che abbiamo vibrato tempo prima, in questa vita, oppure  un karma, cioè il risultato di una azione che ho fatto in una vita passata etc.
Non sei vittima di nulla, non é una meravigliosa notizia? Sei il Creatore della tua storia e lo fai la maggior parte del tempo di maniera inconscia creando nel presente futuri anche non piacevoli.
Ma se assumi la responsabilità della tua vita assumi anche il diritto di crearla come meglio ti piace.

Focalizzazione – Servizio

SERVIZIO di Yuliana Arbelaez: Psicologia Olistica, corsi di Crescita Personale.

La maggior parte di noi passa la sua vita nella aspettativa di ricevere “Della Vita” , ricevere amore, abbondanza, salute, riconoscimento, accettazione e altro senza il fine di cose.
Qui si apre un meccanismo  psicologico  interessante , perché in realtà  inconsciamente penso di non meritare, di non essere degno di  tutte queste cose , per cui finisco per dire sempre si agli altri, confondendo  questa disposizione verso il mondo con il vero servizio della essenza, del cuore, cioè quello che è semplicemente felice di servire senza pretendere nulla in cambio, quello che dice si per gioia no per colpa.
La gioia di dare agli altri quello che avremmo voluto per noi senza aspettare nulla, neanche un  grazie, ne riconoscimento, nulla di nulla, con la consapevolezza che servire gli altri è servire noi stessi , per noi siamo gli altri.